Ospedale "Cola Lotti"

Con il termine "Ospedale" nel Medioevo si indicava un luogo destinato ad offrire ospitalità a chi ne avesse bisogno (Domus Ospitalis). La funzione principale di un ospedale era quella di offrire asilo ai pellegrini che viaggiavano lungo le strade di tutta Europa verso le grandi mete di pellegrinaggio. La presenza di un Ospedale a Montefranco, gestito da due amministratori (fattori) e da un tesoriere (camerlengo) eletti dalla Comunità, è testimoniata dallo Statuto del Cittadino del 1473. Non possediamo alcun tipo di documentazione riguardo Cola Lotti, il fondatore dell'istituto, costituito originariamente da un'unica stanza in grado di ospitare al massimo cinque persone. Durante il XVI secolo, la denominazione "Cola Lotti" scompare dagli atti ufficiali e viene sostituita con il nome "Ospedale di Montefranco", cui i vicari assegnarono competenze differenti rispetto alla finalità originaria. Con il passare degli anni, le numerose donazioni di terreni fecero dell'Ospedale un ricco proprietario terriero, che ricavava utili dall'affitto concesso pagando un canone con "moneta sonante" o con una quota dei raccolti. La copiosa rendita veniva custodita in una cassaforte dotata di tre diverse serrature e consentì all'Ospedale di fungere per anni come una moderna cassa rurale a favore dei contadini e del Comune stesso. Nei primi decenni del '700 la direzione dell'Ospedale venne affidata ad un'unica persona, che doveva ricoprire il ruolo di dirigente e tesoriere: molti amministratori approfittarono dello scarso controllo per favorire se stessi e amici, accelerando così il declino dell'Ente.
Comune di Montefranco
Via di Mezzo, 1 - 05030 - Comune di Montefranco (TR)
Tel. 0744.389242 - Fax 0744.387231 - P.Iva 00092290550
IBAN IT37P0631572681100000046004
PEC: comune.montefranco@postacert.umbria.it
loghi enti finanziatori